Per l’anno 2021, i saldi invernali avranno inizio il giorno martedì 5 gennaio.

La durata massima del periodo dei saldi è di sessanta giorni, pertanto termineranno il giorno venerdì 5 marzo.

In base all'articolo 116, comma 2 della l.r. n. 6/2010 (Testo unico delle leggi in materia di commercio e fiere), non sarà più possibile effettuare le vendite promozionali a partire da domenica 6 dicembre 2020 (30 giorni prima dell'inizio dei saldi).    

Fino al 5 dicembre 2020 i negozi potranno comunque dare pubblicità alle vendite promozionali effettuate, con le modalità ritenute più opportune.

Si ricorda che nelle vendite straordinarie deve essere esposto obbligatoriamente il prezzo normale di vendita iniziale e lo sconto o il ribasso espresso in percentuale. È, invece, facoltà del venditore indicare anche il prezzo di vendita praticato a seguito dello sconto o ribasso. È vietato all'operatore commerciale indicare prezzi ulteriori e diversi.

I messaggi pubblicitari relativi alle vendite straordinarie devono essere presentati, anche graficamente, in modo non ingannevole per il consumatore.

Tutte le comunicazioni pubblicitarie relative alle vendite straordinarie devono indicare la durata esatta della vendita stessa. L'operatore commerciale ha l'obbligo di fornire informazioni veritiere relativamente agli sconti o ai ribassi praticati, tanto nelle comunicazioni pubblicitarie, quanto nella indicazione dei prezzi nei locali di vendita.

Le merci oggetto delle vendite straordinarie devono essere fisicamente separate in modo chiaro e inequivoco da quelle eventualmente poste in vendita alle condizioni ordinarie. Qualora la separazione non sia possibile, l'operatore commerciale deve indicare, con cartelli o altri mezzi idonei, le merci che non sono oggetto delle vendite straordinarie, sempre che ciò possa essere fatto in modo inequivoco e non ingannevole per il consumatore. In caso contrario, non possono essere poste in vendita merci a condizioni ordinarie.

Nel corso delle vendite straordinarie il rivenditore è sempre tenuto a sostituire i prodotti difettosi o a rimborsarne il prezzo pagato.

torna all'inizio del contenuto